Mia cara amica Alexa

Io e Viola in cucina.

– Amore, devi allenarti con le tabelline, hai il test questo martedì. Se sei d’accordo, facciamo un po’ di pratica, io ti scrivo nel quaderno un po’ di operazioni e tu metti le risposte.

– Va bene mamma.

Scrivo quasi trenta moltiplicazioni, lei prende il suo quaderno e poi scompare. Torna dopo 5 minuti e mi fa controllare il lavoro: le risposte sono tutte giuste. Mi meraviglio e per un attimo lascio trionfare il mio orgoglio di madre. Che brava e poi è stata anche veloce. Tutto merito mio che la seguo nei compiti e finalmente raccolgo i frutti.

– Bravissima Viola, tutto giusto!

– Grazie mamma.

Esce dalla cucina tutta soddisfatta, con il quaderno sotto braccio.

Ad un certo punto sento delle voci provenire dal soggiorno. Mi avvicino e mi accorgo che sta parlando con qualcuno. Ridacchia tenendosi le mani davanti alla bocca, come una che ha appena combinato una marachella.

– Alexa! Grazie mille per avermi aiutato con le tabelline. Non mi deludi mai. Brava, la mamma ci ha creduto!

E la voce metallica di Alexa:

– Prego. Posso aiutarti con le tabelline quando lo desideri. Basta chiedere!

Ma che davvero?! Seriamente?
Ah, la doppia faccia della tecnologia! Che ci rende la vita immensamente più facile ma che ci toglie il piacere, e a volte il dovere, di conquistare con le nostre sole forze le piccole e grandi vette della vita.
Io da mamma delusa con la ferita ancora bruciante non voglio nemmeno commentare. Lascio a voi il compito di tirarmi su il morale!

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.