Non riesco a dormire

Mamma, non riesco a dormire, mi racconti una storia?

– Va bene, ti racconto del mio primo cane Black e di quando una macchina purtroppo l’ha investito.

– Uuuu, è morto?

– No, però si era spezzato una zampina.

– Ah, ma ora dov’è questo cane?

– Amore, è morto tanti anni fa.

– Mamma, è triste, cambiamo storia.

– Ok, allora ti racconto del mio Chicco, era un cocker dolcissimo.

– E ora dov’è?

– È morto.

– Cooosaaaa? Ti sono morti due cani??

– Si tesoro.

– Mamma, ti sono morti un papà e due cani??

– Si.

– Ma che vita triste che hai vissuto! (Intanto scende dal letto).

– Amore dove stai andando?

– Vado a leggermi THE CAT IN THE HAT, va.  Almeno mi addormento facendomi due risate!

Solo lei riesce a farmi ridere delle mie tragedie.
Poi ci rifletto e penso a quanto siamo ingenui alle volte noi adulti. Volevo raccontarle dei miei cani perchè so che a lei piacciono gli animali e non mi sono resa conto che la stavo trascinando in una delle pagine più tristi della mia vita. E lei, saggiamente, si è sottratta.
Pochi anni di innocenza che sono già in grado di sottolineare la nostra disattenzione e chiederci maggior sensibilità. Io non finirò mai di rimanere a bocca aperta davanti ai bambini.

 

 

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.